Tag: avocado

Avocado al forno con zucca e Dukkah

24. Oven baked avocado

Anche se di solito l’avocado è ottimo se servito freddo nelle insalate, negli smoothies o nel gazpacho, ciò non vuol dire che sia meno buono se servito tiepido. Anzi, la cottura prolungata di questo frutto in forno non solo non gli fa perdere il suo bel colore, ma lo rende ancora più buono e saporito.

Per ottenere il miglior risultato possibile, bisogna anzittutto scegliere un avocado maturo al punto giusto, quindi -prima di infornarlo- tagliarlo a metà e privarlo del nocciolo. Il bucchetto che rimarrà può essere riempito di decine di farcie squisite: più piccanti e agrumate saranno, meglio si abbineranno al sapore dell’avocado. Oggi vi propongo di servirlo con un’ottima e leggera farcia di zucca arrosto, scorza di lime, prezzemolo fresco, e un pizzico di Dukkah.

(more…)

Cavolo agli agrumi con avocado e pistacchi

cavolo cappuccio 2
Il cavolo cappuccio bianco ha reputazione di un vegetale un po’ noioso e non mi meraviglio perché – di solito lo si usa come condimento per un primo, una minestra invernale oppure, più frequente ancora, finisce passato in padella e va successivamente servito a mo’ di contorno. La verità è che, a seconda di condimenti e abbinamenti che si decide di usare, lo si può trasformare in decine di piatti interessanti. Proprio per questo oggi ve lo presento in una versione colorata, fresca e piena di sapori.

Il segreto di una buona riuscita nella preparazione di cavolo cappuccio sta anzittutto nel saper sceglierne uno che sia fresco con foglie toniche e croccanti, dopodiché lavarlo in acqua gelida e tagliarlo a striscioline più possibile sottili. Vale la pena dedicare più attenzione a questo passaggio in quanto più sottile sarà tagliato, più buono e delicato sarà. Fatto ciò, non vi resta che unirlo con ingredienti che sicuramente avrete a portata di mano: carote, avocado maturo, pistacchi tostati e un aromatico misto di pompelmo, scorza e spremuta di lime e limone. E se aggiungete una manciata di foglie di coriandolo fresco, vi garantisco che a chiunque lo servirete vi conisidererà un genio culinario.

(more…)

Tartufi d’avocado e cioccolato

Praline d'avocado

Nella mia vita ho assaggiato centinaia di tartufi al cioccolato: gradatamente piccanti grazie a una spruzzata di peperoncino, leggermente salati grazie a granelli di sale rosa in superficie, dal gusto nostalgico della lavanda, appena appena speziati alla cannella. Ultimamente ero però in cerca di praline particolari, diverse da tutte le altre: dovevano soddisfare al 100% la voglia di qualcosa di gustoso ed essere salutari allo stesso tempo. Dopo qualche prova, sono arrivata a creare questi incredibili tartufini al forte gusto di cioccolato – molto cremosi e leggermente vellutati grazie a una spolverata di cacao amaro – proprio come si possono trovare dai migliori maestri pasticceri 😉

(more…)

Frullato verde con ortiche, avocado e spirulina

10308345_791885307496360_5959552303214901516_n

Questa ricetta fa per tutti coloro a cui piacerebbe preparare una colazione o una merenda semplice ma super salutare. Il procedimento non è difficile – basta che vi muniate di un mazzetto di ortiche, spinaci o bietole, qualche frutto dolce, avocado, e datteri e, in 15 minuti, vi potrete preparare una bevanda piena di salute. Questo frullato, pur essendo ricchissimo di verdure a foglia verde, non è assolutamente aspro, fidatevi! Grazie all’utilizzo di mele dolci e datteri il suo gusto è pericolosamente piacevole…
Io stessa lo preparo di solito il sabato (ossia il giorno in cui vado a fare la spesa al mercatino locale) al posto del pranzo, perché è davvero nutriente e mi fa sentire soddisfatta per tutto il giorno, per non parlare dei benefici che apporta all’organismo. Come l’ultimo tocco, aggiungo un cucchiaino di spirulina, ossia la microalga considerata uno dei superfoods o, meglio, cibi del futuro, per via delle sue proprietà fitonutritive. È particolarmente consigliata a chi segue l’alimentazione vegan in quanto è composta nel 65% di proteine e contiene un elevata quantità di ferro e vitamine idrosolubili, tra cui la B12. Oltre a ciò, è ricca di clorofilla, rame, magnesio, potassio, zinco e tanti altri minerali, il che fa sì che il suo utilizzo terapeutico venga consigliato per prevenire i tumori, l’invecchiamento precoce, per non parlare del suo potere antiossidante. Chi fosse affetto però da problemi alla tirode, è meglio che la consumi con moderazione per via dell’iodio in essa contenuto.

Ingredienti per 2 persone:
1 mazzetto di ortiche
1 mazzetto di bietole
3 mele dolci
½ limone
1 avocado
4 datteri messi a mollo una notte prima (o di meno se non sono troppo asciutti)
1 cucchiaino di spirulina

Procedimento:
Centrigugate le ortiche e bietole insieme alle mele e il limone (se preferite, potere frullarli anziché centrifugarli ma otterrete una quantità veramente maggiore rispetto alla bevanda). Una volta pronto il centrifugato, frullatelo insieme all’avocado, i datteri, e la spirulina dopodiché condividete questa divina bevanda con chi volete bene.

Insalata di miglio con zucchine grigliate

Insalata di miglio e zucchine

Con il caldo di questi giorni, volevo proporvi una freschissima insalata estiva a base di miglio, zucchine grigliate e avocado, rinfrescata da una vinaigrette allo sciroppo d’acero e lime. Da non dimenticare di servire con erba cipollina e menta fresca.
Il miglio, alimento conosciutissimo dai vegani e consigliato ai non, è tra i cereali più ricchi di sali minerali, vitamina A ed acido salicilico per tanto il suo utilizzo porta benefici a chi ha problemi di capelli, unghie, pelle e smalto dei denti. Contiene inoltre calcio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, lecitina e colina. È  un cereale privo di glutine e quindi indicato ai celiaci, oltre ad avere proprietà diuretiche, antianemiche ed energizzanti.

Il miglio, prima della cottura, va lavato con acqua fredda, quindi ricoperto con una quantità di acqua pari al doppio del suo volume e cotto a fiamma alta. Una volta raggiunta l’ebollizione, il miglio ha bisogno di circa 20 minuti di cottura per essere pronto (senza essere mescolato).

 Insalata di miglio ingredienti

Ingredienti, per 2 persone:
140 gr di miglio
circa un bicchiere di acqua o di brodo vegetale
2 zucchine
2 cucchiai di olio extravergine
una manciata di rucola o di spinaci
1 avocado
una manciata di foglie di menta, tagliate minuziosamente
4 cucchiai di erba cipollina
sale e pepe qb
peperoncino qb

Vinaigrette allo sciroppo d’acero e lime:
2 cucchiai di succo di lime + 1 cucchiaio di scorza
5 cucchiai di olio extravergine
2 cucchiai di sciroppo d’acero
piccolospiccod’aglio
saleqb
pepe macinato al momento

Grattuggiate l’aglio, spolveratelo con un po’ sale in una ciotolina. Aggiungete lo sciroppo d’acero, il succo di lime e la sua scorza, il sale, pepe e l’olio mescolando il tutto.

Procedimento per il miglio:
Lavate il miglio, quindi mettetelo in una pentola e ricopritelo con dell’acqua o brodo vegetale e cuocete per 15- 20 minuti (dovrebbe assorbire tutto il liquido). Aggiungete un po’ di sale e pepe.
Tagliate le zucchine a fettine sottili, e poi con un pizzico di sale e mettete il tutto su una teglia e grigliate per 7 – 10 minuti, dopodichè giratele e spruzzate con dell’olio d’oliva e così per altri 7 minuti.
Sbucciate l’avocado e tagliatelo a cubetti, quindi irrorate con del succo di limone.
Mescolate il miglio con la rucola o gli spinaci, aggiungete le zucchine grigliate, l’avocado, la menta e l’erba cipollina e mescolate il tutto con la vinaigrette allo sciroppo d’acero. Servite con dei pezzetti di lime. 

Insalata di miglio e zucchine

 

Elogio alla semplicità: hummus

hummusbase

Hummus, ovvero una pietanza dalle origini libanesi, molto diffusa nel Medio Oriente, oggi è conosciuto in tutto il mondo, soprattutto grazie alla cucina vegana e vegetariana. Se la vostra dispensa dispone di una scatoletta di ceci e di una manciata di semi di sesamo, vale la pena prepararlo.
Quando leggerete la ricetta, vi accorgerete che oltre ai ceci è necessario disporre anche della tahina, ossia pasta di semi di sesamo tostati. Non vi scoraggiate subito, la potete preparare facilmente a casa. Basta tostare una manciata di semi di sesamo su una padella antiaderente, farli freddare, mescolarli con 3 cucchiai di olio di buona qualità e quindi aggiungeteli ai restanti ingredienti dell’hummus e procedete come indicato sotto.

Ma ricordatevi – per preparare un hummus perfetto il segreto sta nella giusta quantità della tahina e nell’uso dell’acqua gelida. 

Ingredienti:
1 bicchiere di ceci secchi
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
¾ di bicchiere di tahina
spremuta di ½ limone
½  bicchiere di acqua gelida
1 spicchio d’aglio
½ cucchiaino di semi di cumino
¼ di cucchiaino di peperoncino frantumato
sale qb

Procedimento:
Un giorno prima di preparare il vostro hummus, ricoprite i ceci secchi con acqua fredda mescolata con 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (quantità di acqua deve essere pari al doppio di volume dei ceci), quindi lasciate per una notte intera. 

La mattina succesiva, scolate e risciacquate i ceci – dovreste ottenerne 2 bicchieri. Il passo seguente è quello di ricoprirli di nuvovo con abbondante acqua e bicarbonato di sodio rimanente, quindi farli cuocere per 40 minuti. Quando saranno morbidi, scolateli e risciacquate nuovamente.
Tostate leggermente i semi di cumino su una padella antiaderente (attenti a non bruciarli), quindi pestateli in un mortaio fino a quando non diventano polvere.
Versate nel bicchiere del frullatore a immersione i ceci, la tahina, la spremuta di limone, l’acqua, l’aglio, il cumino, il peperoncino e il sale quindi frullate fino a ottenere una crema molto liscia. Se risulta troppo asciutta o ci sono ancora grumi, aggiuntete qualche goccio d’acqua e continuate a frullare fino a ottenere la consistenza giusta.

A casa mia l’hummus va mangiato con del pane, un po’ di peperoncino, pepe macinato al momento oppure semi di papavero, ma vi potete sbizzarrire e servitelo con delle verdure che vi piacciono (per esempio l’avocado, la rucola oppure gli spinaci freschi).

hummuspapaveroavocado

Carpaccio di pesche con dressing al papavero

CArpaccio pesche

Pesca, avocado, mandorle e melograno serviti sulle foglie di un mix di spinaci e rucola, irrorati con una vinaigrette al papavero: è una proposta di antipasto o merenda con pezzetti di pane abbrustolito. Va preparata senza sale né pepe.

L’avocado può essere tagliato a fettine e disposto sul piatto da portata, oppure tagliato a cubetti (come è possibile vedere nella foto). Tutto va irrorato con una semplice vinaigrette al limone e papavero.

Ingredienti per 2 persone:
pesca, tagliata a fettine sottili
½ avocado, sbucciato e tagliato a cubetti  o fettine
melograno
una manciata di spinaci
una manciata di rucola
mandorle affettate qb
papavero qb
cucchiai do olio extra vergine
succo di limone qb

Procedimento:
Disponete spinaci e rucola sui piatti da portata, mettete sopra le fettine di pesca, avocado, quindi una manciata di mandorle affettate. Tagliate in due melograno ed estraetene i chicchi, e poi metteteli sui piatti.
Preparate la vinegraitte: mescolate con una forchetta olio con il succo di limone e papavero, quindi versate sopra il carpaccio. Se vi sembra poco dolce, potete aggiungerci sciroppo d’acero. 

Carpaccio di pesche

carpacciodipesche

Guacamole con tortilla chips

Il guacamole, ossia la salsa a base di avocado, viene preparato nella ricetta originale con il solo succo di lime e un pizzico di sale. Altri ingredienti famosi che possono essere usati per fare questa salsa sono pomodori, peperone, coriandolo, aglio e cipolla. Oltre a questi, io vi consiglio di servirlo con tortilla chips fatte in casa.
Il segreto per un guacamole perfetto sta
 alla sua base: bisogna trovare un avocado maturo. Le ricette classiche non suggeriscono di solito di aggiungere olio d’oliva in questa salsa, ma se vi piace potete farlo a volontà.

Ingredienti:
2 avocado maturi, sbucciati
2 cucchiai di succo di lime o limone
1 piccolo spicco d’aglio, tagliato minuziosamente
2 cucchiai di cipolla tritata minuziosamente
1 cucchiaino raso di peperoncino

Procedimento per il guacamole:
Tagliate l’avocado a metà, togliete il seme e schiacciatelo con una forchetta insieme al succo di lime,peperoncino, cipolla e l’aglio. Aggiungete il sale quanto basta e servite con altri vostri ingredienti preferiti e con la tortilla chips.

Ingredienti per tortilla chips:
2 piadine con olio da 120 gr ciascuna
2 cucchiai di olio
sale
peperoncino
erbe provenzali

Procedimento:
Preiscaldale il
forno a 180 gradi. Tagliate a triangoli la piadina, mettetela sul ripiano del forno, spruzzatela con l’olio, quindi spolveratela con il sale, il peperoncino e le erbre di provenza. Cuocete tutto per 4-5 minuti circa, spostando la tortilla chips di tanto in tanto nel caso in cui non si abbrustolissero in modo omogeneo.

tortillachips

Insalata con avocado, tofu fritto e lamponi

 Insalata tofu fritto

Insalata fresca, lamponi e tofu rappresentano una base ideale per creare dei piatti deliziosi, come per esempio questa veloce insalata estiva.

Al posto della misticanza si possono usare gli spinaci, le foglie dell’insalata iceberg o la lattuga romana. Il piatto può essere arricchito con mandorle affettate oppure un altro tipo di noci tostate leggermente ed accompagnato da fettine di baguette tostate.

Ingredienti per 2 persone:
1 avocado
succo di ½ limone
una manciata d’insalata misticanza
una manciata di valeriana
1 panetto da 200 g di tofu affumicato
1 cucchiaio di farina di ceci + 3 cucchiai di acqua
pangrattato
olio per friggere

Vinaigrette al limone:
2 cucchiai (30 ml) di olio extra vergine
1 cucchiaio (15 ml) di succo di limone
½ cucchiaio di buccia di limone
½ cucchiao di senape Dijon
sale e pepe qb

Salsa di lamponi:
1 bicchiere di lamponi
1 cucchiaio di aceto balsamico
2 cucchiai di zucchero
peperoncino qb

Procedimento per la salsa:
In un pentolino mettere i lamponi insieme agli altri ingredienti della salsa, quindi frullare tutti gli ingredienti insieme, quindi metteteli a fuoco basso e scaldateli fino a quando non si saranno ben disfatti. Quando la salsa diventa un po’ più fredda, metterla in due ciotoline piccole per ogni porzione.

Procedimento per insalata:
Mescolare tutti gli ingredienti della vinagraitte in una ciotolina. Sbucciate e affettate l’avocado, quindi irroratelo con un po’ di limone. Lavate e tamponate delicatamente l’insalata, quindi distribuitela insieme all’avocado nei piatti di portata.
Nel frattempo tagliate il tofu a triangoli o cubetti, passatelo nella farina mescolata precedentemente con l’acqua e impanatelo nel pangrattato. Portate ad alta temperatura l’olio in una pentola stretta a bordi alti. Immergete il tofu e cuocerelo 4 minuti, quindi fatelo asciugare su carta assorbente.  

Quando è pronto, velate la vostra insalata con la vinaigrette, spolverizzatela con sale e pepe, quindi mettete accanto il tofu e servite subito il tutto con la salsa di lamponi a parte.