Posts Tagged ‘lime’

Curry con zucca e cavolo nero

Curry con zucca top

È l’ultimo periodo in cui la zucca e il cavolo nero si trovano ancora sulle bancarelle dei mercatini locali, per cui cerco di godermeli a giorni alterni o, come nella proposta di oggi, messi insieme in un energetico piatto unico.

Questa deliziosa pietanza, pur sembrando elaborata, è semplicissima da preparre ed è adatta anche a tutti coloro che lavorano a tempo pieno: essere stra-impegnati non è una scusa per mangiare male, anzi! Per realizzare la ricetta basta accendere il fuoco sotto la pentola con riso integrale e nel frattempo preparare la base per il curry giallo, tagliare la zucca, e il cavolo nero, dopodiché mescolare tutti ingredienti insieme e… la vostra cena è pronta. Come tocco finale, spolverate ogni porzione con cocco in fiocchi arrosto al lime e sciroppo d’acero. Vi consiglio quest’extra perché trasforma un semplice curry in una pietanza super sofisticata.

Ingredienti per 4 porzioni:
1 cucchiaio di olio di cocco
1 cipolla dorata media
2 spicchi d’aglio
1 pezzo da 3 cm di zenzero fresco
1 piccolo peperoncino fresco
2 cucchiaini di curcuma in polvere
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata
1/4 di cucchiaino di cannella in polvere
1 pizzico di sale integrale
500 gr di zucca sbucciata
400 gr di pelati o di passata di pomodoro
400 ml di latte di cocco in lattina
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiai di sciroppo d’acero
200 gr di cavolo nero

Ingredienti per la guarnizione al cocco:
50 gr di cocco in fiocchi
buccia e succo di 1 lime
2 cucchiai di sciroppo d’acero

Per servire:
pezzetti di lime
coriandolo fresco
300 gr riso integrale

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 180°.
Fate cuocere il riso seguendo le indicazioni sulla confezione.
Scaldate bene una grande padella antiaderente, quindi aggiungete 1 cucchiaino di olio di cocco. Sbucciate e tagliate a fettine sottili sottili la cipolla e fatela appassire.
Preparate nel frattempo la pasta curry, frullando i 2 spicchi d’aglio, lo zenzero e il peperoncino insieme a 3 – 4 cucchiai di acqua, quindi aggiungetela alla cipolla. Tagliate i gambi del coriandolo fresco, sminuzzateli con un coltello, quindi aggiungete alla miscela. Cuocete per 3 – 5 minuti, girando di tanto in tanto, dopodiché aggiungete le spezie e, se necessario, qualche cucchiaio di acqua.
Preparate la zucca: sbucciatela e tagliatela a fette o cubetti, aggiungetela alla pasta curry insieme al latte di cocco, i pelati, la salsa di soia e lo sciroppo d’acero. Coprite con un coperchio e cuocete per 15 – 20 minuti.
Preparate il cavolo nero, lavandolo, quindi privandolo di coste e facendolo a pezzi più piccoli.
Lo step successivo è arrostire il cocco: rivestite una teglia da forno con la carta, versate i fiocchi di cocco, grattuggiate sopra il lime e irrorate con lo sciroppo d’acero, mescolate e infornate per 5 minuti (è un’operazione che richiede molta attenzione, quindi non lasciatelo più a lungo nel forno, altrimenti si brucerà).
Quando il riso è pronto, aggiungete nel curry il cavolo nero e mescolate bene.
Servite ogni porzione irrorata con il succo di lime, guarnita con foglioline di coriandolo fresco e cosparsa di cocco arrosto.

curry con zucca 5

Chili sin carne

Chili sin carne 5

Tutto il mondo conosce il chili con carne, ma sicuramente pochi sono a conoscenza della sua versione migliore, il chili sin carne. La differenza tra il primo e l’utimo sta ovviamente alla base di questo stufato: al posto della carne vanno usati legumi, di solito fagioli rossi, ma sono ben visti anche quelli neri oppure i ceci, per non parlare poi del tempeh o del tofu. Un’altra cosa importante per riuscire a realizzare bene la ricetta, è una bella dose di spezie senza le quali questo piatto non avrebbe la sua personalità forte.
Altri ingredienti fondamentali sono certamente le verdure – consultate il vostro frigo e utilizzate quel che gentilmente vi offre, non dovete per forza usare tutti i vegetali che propongo io (sono però indispensabili i pomodori e la cipolla).
E non dimenticatevi che il chili è una pietanza che va cotta slowly – più a lungo si cuocerà, migliore gusto avrà. Una volta pronto, assaggiatelo e, se ce ne sarà bisogno, aggiungete più spezie, salsa di soya oppure un po’ di passata di pomodoro.
Si gusta benissimo se servito con riso integrale, ma potete usare anche altri cereali, del buon pane integrale, del naan, oppure tortilla chips fatti in casa. È perfetto se servito con qualche goccia di yogurt di cocco e avocado (va benissimo un po’ di guacamole, tagliato a cubetti o a fettine e irrorato con succo di lime).

Pronti a cucinare, amigos?

Ingredienti:
2 tazze di fagioli kidney rossi lessati oppure 1 bicchiere di fagioli secchi, messi a mollo per una notte intera e poi cotti
3 peperoni misti dolci
1 peperoncino (meno se non siete amanti del piccante)
2 cipolle di Tropea
1 spicco d’aglio
2 costole di sedano
1 tazza di pelati

¼ di bicchiere di concentrato di pomodoro o di ketchup
1 cucchiaio di aceto balsamico
2 cucchiai di salsa di soya

1 cucciaino e ½ di cumino tostato e poi pestato in un mortaio
1 cucchiaino di paprika dolce
½ cucchiaino di paprika affumicata
½ cucchiaino di cannella
½ cucchiaino di zucchero di canna
1 tazza di mais dolce al vapore

1 mazzetto di coriandolo
1- 2 lime tagliato a spicchi
sale e pepe qb
olio qb

Procedimento:
Tagliate in quarti i peperoni, quindi privateli dei semi. Scaldate una padella grigliata, diponete sopra i peperoni, quindi grigliateli per 2-3 minuti; girateli e ripetete l’azione.
In un tegame soffriggete a fuoco basso in un paio di cucchiai di olio la cipolla tritata, il sedano e i peperoni tagliati a fette, il peperoncino sminuzzato, l’aglio; mescolateli bene e stufateli per 10 minuti.
Aggiungete le spezie, lo zucchero, il concentrato di pomodoro e condite con sale e pepe.
Unite i fagioli, la passata di pomodoro, l’aceto e la salsa di soya e continuate a cuocere per 1 ora a fuoco lento. Se vi piace, potete aggiungere i gambi di coriandolo tritati.
Se il chili dovesse risultare troppo lungo, cuocetelo senza coperchio fino a quando evapora e raggiunge la densità desiderata, quindi coprite il tegame.
Una volta pronto, unite il mais e servitelo con il coriandolo fresco e pezzetti di lime.

Chili sin carne 3

Praline al gusto di mojito

Praline mojito 5

Anche se luglio è il mese di fresche prelibatezze come pesche, albicocche, meloni, ecc, i dolcetti crudisti fatti di frutta secca a guscio fanno oramai parte del mio menu fisso. Dopo aver condiviso con voi la ricetta delle praline di albiccocche e cocco, è arrivato il momento di postare la mia new entry: praline di frutta secca a guscio con menta e rum, dolcissime anche se sono senza zuccheri aggiunti. Sono perfette per un inizio di mattinata estiva in quanto sono  freschissime e nutrienti!
Queste praline si preparano molto velocemente come quelle alle albicocche. Basta macinare le mandorle insieme ad altri ingredienti, poi fare lo stesso con i datteri messi a mollo, quindi aggiungere menta tritata finemente, succo di lime e un po’ di rum. Dopo qualche istante di lavorazione, la frutta secca si trasformerà in una palla appiccicosa, che potrete successivamente modellare in palline più piccoline, tartufini o addirittura in barrette. Le praline pronte van messe per qualche ora in frigorigero, quindi le potete mangiare tutte subito oppure tenerle al fresco fino a due settimane. Se davvero doveste conservarle per così tanto tempo… contattatemi per favore, sarebbe la prima volta al mondo che una cosa del genere accade! :)

Ingredienti per 10-12 praline
½ bicchiere di mandorle
¼ bicchiere di nocciole
¼ bicchiere di fiocchi d’avena
2 cucchiai di semi di lino
2 cucchiai di semi di sesamo
2 cucchiai di semi di zucca
1 cucchiaio di semi di chia

¼ di cucchiaino di sale
12 datteri (oppure ¾ di bicchiere, aggiungetene di più se le volete più dolci)
¼ di bicchiere di foglie di menta
3 cucchiai di succo di lime
scorza grattuggiata dell’intero lime
3-4 cucchiai di rum o tequila (in alternativa di succo d’arancia)

Procedimento:
Macinate tutti i semi fino a ridurli a una farina, quindi fate lo stesso con i fiocchi d’avena. Aggiungete i datteri, il succo di lime insieme alla sua scorza, rum o succo d’arancia (oppure una combinazione di entrambi) e le foglie di menta tritate finemente.
Trasferite il composto in un contenitore, lavoratelo con le vostre mani e osservate la sua consistenza: se dovesse risultare troppo asciutto aggiungeteci dello sciroppo d’acero,  quindi formatene delle palline. Potete passarle nella farina di cocco se vi piace, altrimenti mettetele direttamente in frigorifero per un paio d’ore.

Praline mojito 4

Praline mojito

Curry di patate e piselli

Currydipatate

Oggi vorrei postare una delle mie ricette preferite per via della sua semplicità, un colore bellissimo e un gusto particolare. Inoltre questo piatto pur essendo fatto con del latte di cocco, rimane abbastanza leggero.

La preparazione del curry di patate si inizia dallo scaldare l’olio in una pentola insieme alla crema fatta di aglio, zenzero e cipolla frullati (il cumino e il cardamomo si aggiungono interi per non rovinare il colore della pietanza), poi si aggiungono le patate e si cuoce il tutto fino a quando diventa morbido. Nell’ultimo istante di cottura basta aggiungerci i piselli e  gli spinaci ed ecco, il vostro curry è pronto!

Ingredienti per 2 porzioni:
500 gr di patate di piccole dimensioni
2 bicchieri di piselli
1 cucchiaio di olio
1 pezzetto di zenzero fresco dalla dimensione di 2 cm
2 spicchi d’aglio
1 cipolla
1 cucchiaino di cumino
6 semi di cardamomo
1 cucchiaio di curcuma in polvere
2 peperoncini interi
3 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 scatoletta di latte di cocco
1 manciata di spinaci
sale qb

Per servire il curry di patate:
pezzetti di lime
foglie di coriandolo fresco

Procediemnto:
Pelate le patate e tagliatele a metà o in spicchi (nel caso in cui non aveste delle patate di piccole dimensioni). Su un settaccio scongelate i piselli con l’acqua bollente.
Sbucciate lo zenzero, l’aglio e la cipolla e metteteli nel recipiente di un frullatore aggiungendo 50 ml di acqua fredda e frullando il tutto per ottenere una crema omogenea. Prendere il cardamono e schiacciate delicatamente i gusci dei suoi semi, mettendoli da parte.
Scaldate l’olio in una pentola con il doppio fondo, quindi aggiungete la crema di zenzero, aglio e cipolla insieme ai semi di cumino e cardamono e scaldate il tutto circa 10 minuti per far sì che la crema diventi più densa e aromatica.
Una volta cotta la crema, versateci circa 250 ml di acqua bollente aggiungendo prima la curcuma, peperoncini interi e le patate, quindi la salsa di soia e lo zucchero. Mescolate il tutto su un fuoco medio e aggiungete man mano il latte di cocco. Coprite la pentola con un coperchio e cuocete il curry per circa 50 minuti.
Una volta passato il tempo necessario, aumentate il fuoco e cuocete altri 10 minuti, in modo tale che il sugo diventi ancora più denso. Dopo questo, mettete nella pentola i piselli e cuocete il tutto per 3 minuti, quindi aggiungete gli spinaci e cuocete per 1 minuto non alzando il fuoco. Quando è pronto, mescolate il curry accuratamente e servitelo con delle foglioline di coriandolo, quindi irroratelo con il succo del lime.

Currydipatate

Questa ricetta partecipa al 100% Vegetal Monday , organizzato da La Cucina della Capra. Il suo obiettivo è simile al famoso Meat free Monday, ove lo scopo è cominciare la settimana con dei prodotti vegetali e ridurre l’uso della carne e di prodotti animali in generale.

100-veg-monday

Pannocchie al lime e peperoncino

pannocchie1

Vista la stagione delle pannocchie fresche, cerco di approffittarmene molto spesso, soprattutto dato che in questo periodo si possono comprare al mercato a un prezzo davvero vantaggioso. Oggi ho pensato di prepararle al forno con una salsa aromatica al lime, peperoncino e prezzemolo (oppure coriandolo, come preferite). Una volta cotto, il mais va irrorato abbondantemente con il succo di lime. Secondo me è un’idea favolosa per un lunch leggero oppure  una cena veloce.  Le pannocchie preparate in questa maniera costituiscono anche un contorno per burgers o crocchette vegane.

Le pannocchie si possono anche cuocere nell’acqua (8 minuti circa) anziché arrostire e, una volta cotte, vanno irrorate con l’olio aromatico preparato da voi.

Nei prossimi post aspettatevi altre ricette con mais come protagonista: preparerò tra l’altro una vellutata di mais al cocco.

Ingredienti, 4 porzioni:

2 pannocchie
30 ml di olio
sale grosso e pepe macinati al momento
un pezzetto di peperoncino fresco
1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
1 lime, succo e la scorza

Procedimento:

Preiscaldate il forno a 190 gradi. Mescolate l’olio con il sale e il pepe, aggiungendo il peperoncino e la scorza di lime grattuggiata e il prezzemolo tritato. Scostate le foglie del mais, e spalmate sulle pannocchie il vostro olio aromatico e coprite di nuovo con le foglie. Mettetele in una teglia e cuocete/grigliate per 20-25 minuti circa.
Se le vostre pannocchie non avessero delle foglie, coprite il tutto con la carta stagnola, altrimenti rischiano di bruciacchiarsi.
Prima di servire il vostro piatto irroratelo con il succo di lime, e a piacere tagliate le vostre pannocchie a pezzetti. 

pannocchie

pannocchie2

1 2