Tag: torta

Torta con fagioli cannellini e arancia

Avete mai provato a fare una torta sostituendo le uova con l’aquafaba? Sono certa che in molti ne avete sentito parlare, ma per chi non lo sapesse, l’aquafaba non è altro che l’acqua che rimane dopo la cottura dei ceci o di altri legumi. Quel liquido magico” è composto principalmente da proteine e amido e ha delle proprietà simili all’albume dell’uovo; infatti, quando viene sbattuto con un mixer, si trasforma in una schiuma compatta e densa. Ciò significa che ci permette di realizzare non solo la famosa meringa vegana, bensì anche delle creme, la maionese e dei dolci come questa deliziosa e facilissima torta senza glutine con fagioli cannellini e arancia.
Il metodo per la realizzazione di questa torta è molto più semplice di quanto possiate pensare: basta montare bene l’acqua dei fagioli (vedi il consiglio sotto) con uno sbattitore, dopodiché far sì che i fagioli diventino una purea e frullarli con del dolcificante liquido. Poi non vi resta che aggiungere alti ingredienti e infornare questa golosa torta.

State attenti a chi servite questo dolce perché rischia di scomparire in un batter d’occhio! 🙂

Consiglio: 
Se non riuscite a trovare dei fagioli in scatoletta o in barattolo, potete usare dei fagioli cotti in casa. A quel punto vi consiglierei usare comunque il liquido di legumi preconfezionati come per esempio di ceci.

Per l’arancia candita:
1 arancia

100 g di zucchero di canna
100 ml di acqua

Per la torta:
2 lattine da 400g di fagioli cannellini (480 g di fagioli scolati)
13 cucchiai di liquido dei fagioli (o di ceci)
un bel pizzico di sale fino
3 cucchiai di zucchero a velo
150 ml di malto di riso o di un altro dolcificante liquido
2 cucchiaini di essenza di vaniglia
1 cucchiaino di cardamomo in polvere
la scorza grattugiata di 2 arance, meglio se non trattate
100 g di olio di cocco sciolto
100 g di farina di mandorle
10 g (2 cucchiaini di lievito) per dolci

Per la crema:
120 g di anacardi, in ammollo per 1 – 3 ore
spremuta di 1/2 limone o di 1/2 arancia
3 cucchiai di malto di riso o di un altro dolcificante liquido

Procedimento per l’arancia candita:
1. Lavate l’arancia sott’acqua corrente calda calda.

2. Tagliate il frutto con la buccia a fette spesse circa mezzo centimetro.
3. Scaldate una padella antiaderente, versatevi 100 ml di acqua e scioglietevi lo zucchero, stendete le fettine e cuocete per 30 minuti. Quando saranno quasi trasparenti, scolatele su un piatto ricoperto con carta da forno o con carta stagnola.

Procedimento per la torta:
1. Preriscaldate il forno a 190 ° C (modalità forno statico).
2. Preparate la tortiera, ricoprendola con la carta da forno.
3. Scolate i fagioli, mantenendo il loro liquido. Metteteli da parte.
4. Montate a neve il liquido di fagioli insieme a un bel pizzico di sale. Aggiungete lo zucchero a velo a fine montatura.
5. In un robot da cucina frullare i fagioli scolati insieme al dolcificante liquido, l’essenza di vaniglia, il cardamomo, la scorza di entrambe le arance e l’olio di cocco. Lavorate i fagioli fino a ottenere un composto liscio e senza grumi.
6. Aggiungete ai fagioli il liquido dei fagioli montato a neve, mescolate delicatamente, dopodiché incorporate la farina di mandorle e il lievito.
7. Versate il composto nella teglia preparata e cuocete per 55 – 70 minuti (il tempo di cottura dipenderà sia dal vostro forno sia dalla grandezza della tortiera che usate), facendo la prova dello spiedino a fine cottura. La torta è pronta quando è dorata in superficie e lo spiedino esce pulito e asciutto.

8. Preparate la crema frullando tutti gli ingredienti insieme (se non la usate subito, tenetela in frigo.
Quando la torta si sarà raffreddata un po’, decoratela con la crema e le fettine di arancia candita.

Cheesecake con anacardi, ceci e sesamo

Ho scritto molte volte su come preparare le migliori cheesecake vegane a base di tofu o di anacardi, ma mancava ancora la ricetta per una meravigliosa e delicatissima torta a base di un mix di anacardi e … ceci! , proprio così: dei semplici e umili ceci cotti sono la vera star di questa ricetta! E questo perché se lavorati bene e trasformati in una cremosa purea fanno da legante alla torta, rendendola perfettamente compatta, soffice e morbida. 

Non fatevi scoraggiare dalla presenza di questi legumi nell’impasto della cheesecake, in quanto grazie all’aggiunta di ingredienti magici come il tahini (pasta di sesamo), il succo e la scorza di lime e un pizzico di vaniglia il loro gusto non si sentirà per nulla, anzi!

(altro…)

Pumpkin pie: crostata con zucca

Vi siete mai chiesti quale sia la torta più in voga nella stagione autunnale? La risposta è una sola: la pumpkin pie vegana!
L’originale ricetta statunitense prevede il cosiddetto pie crust per la base, invece il ripieno è composto di polpa di zucca, latte condensato, uova, zucchero bianco e spezie quali cannella, chiodi di garofano e zenzero. Il tutto servito con un generoso ciuffo di panna montata e una spolverata di cannella. Chi è stato negli USA saprà, infatti, che questa crostata è un simbolo della tradizione americana ed è popolare a tal punto che nei supermercati si può trovare senza problemi la polpa di zucca in lattina, il mix di spezie indicato come pumpkin pie o, addirittura, il ripieno condito e zuccherato, pronto per essere spalmato direttamente sulla frolla.

(altro…)

Ciambellone lievitato con glassa al lime

Ciambellone fetta

Se non avete ancora provato a realizzare ricette per torte vegane che richiedono lievitazione lenta, fatevi avanti e provate a realizzare questo bellissimo ciambellone, e vedrete che perderete subito la testa per questo tipo di dolciumi! 

Il metodo che condivido qui è semplice, l’impasto si lavora velocemente ma per arrivare a sfornare un ciambellone morbidissimo e ben lievitato tenete a mente che:

(altro…)

Cheesecake con batata e cioccolato bianco

Quando mi si chiede quale sia la mia torta preferita, rispondo in un batter d’occhio: „la cheesecake vegana”! Nel periodo autunnale mi piace infornare torte a base di tofu e zucca arrosto, oppure con burro d’arachidi e arancia; d’inverno faccio cheesecake vegan al gianduia; in primavera, invece, mi sbizzarrisco con tofucake verdi alle erbe e lime; d’estate le faccio con vaniglia e frutta stagionale (le ricette e spiegazioni si trovano nei miei libri di cucina). Come potrete ben notare, le realizzo tutto l’anno! Infatti, che cosa ci può essere di meglio se non una delicata, soffice, cremosa e leggera torta vegana che può essere mangiata senza sensi di colpa? 

E dato il successo dell’ultima cheesecake al cioccolato e lamponi e le tante richieste di altre ricette del genere che mi avete fatto, ho pensato di realizzarne una molto semplice da preparare, che si addice perfettamente a questa stagione.

(altro…)

Cheesecake al cioccolato e lamponi

Cheesecake 2

Qualcuno fra voi ha mai assaggiato una cheesecake vegana con miglio e anacardi? Se siete amanti dei dolci, sono certa che la vostra risposta è sì e che sia per impressionare qualcuno, sia solo per coccolarvi, almeno una volta avete provato a realizzarne una a casa vostra. Cercando la ricetta migliore, vi sarete sicuramente imbattuti in cheesecake a base di tofu o soli anacardi, o su altre indicazioni e consigli per realizzare al meglio questo tipo di torte. Sicuramente quei dessert sono senz’altro favolosi, ma vi assicuro che la ricetta per la cheesecake con miglio, anacardi, cioccolato e lamponi che vi propongo oggi li batterà tutti! Non è solo super golosa, soddisfacente, deliziosa, soffice e facile da realizzare, ma è anche salutare e abbastanza leggera! 

(altro…)

Il mio secondo libro: “Dolci vegani”

GMN 547_Dolci Vegani_plancia.indd

Realizzare questo libro ha richiesto qualche anno, passato scrivendo e assaggiando centinaia di dolci vegani, viaggiando in Paesi lontani per trovare nuovi sapori e insoliti abbinamenti.

Ho fatto tutto ciò per conoscere i dolci al 100% vegetali che si mangiano in altri Paesi e conoscere ricette nuove, per poi scegliere quelle più buone, salutari e semplici per questo ricettario. Durante questa dolce avventura culinaria ho capito che per realizzare ricette di pasticceria vegan di successo non ci vogliono ingredienti costosi né frutti esotici: basta utilizzare degli ingredienti ben conosciuti nella tradizione culinaria italiana e poi abbinarli con spezie un po’ meno usate quotidianamente.

Qualche esempio?

(altro…)

Cheesecake al triplo cioccolato e lamponi

cheesecake 1

Se mi seguite su Instagram, avrete notato che a marzo, subito dopo che è stato pubblicato il mio secondo libro sui dolci vegani, sono partita per l’Islanda e poi sono scomparsa per un po’ dalla “blogosfera”. Inizialmente la mia intenzione era quella di riposarmi, rimanendo solo una stagione su questa meravigliosa isola, ma alla fine mi sono trovata tanto bene da decidere di restare ancora un po’. Se dunque per caso capitate a Reykjavík, battete un colpo e inviatemi un’e-mail oppure un messaggio su IG!

(altro…)

Torta con farina di ceci, cacao e zucchine

zuchini cake

La ricetta base per una soffice torta al cioccolato prevede di solito l’utilizzo di burro, latte e, come se non bastasse, tante uova  – così dicono le ricette standard. Non tutti sanno però che realizzare la ricetta per una golosissima ma nello stesso tempo, delicata e morbida torta al cioccolato al 100% vegetale non è per nulla difficile. 

Dolci al cioccolato preparati senza utilizzo di prodotti animali sono perfetti non solo per i vegani, ma anche per tutte le cuoche che hanno voglia di realizzare una delizia senza usare burro e uova. Ciò che sarà necessario per il procedimento sono farina 00 e un po di quella di ceci, acqua e lolio che preferite. Come tocco finale aggiungete un bicchiere di zucchine grattugiate e un po’ di succo di limone: otterrete una delle più incredibili torte al cioccolato che avete mai assaggiato!


(altro…)

Torta al cacao con crema di carote e mandorle

Decandente torta pezzo

“Quando lo stress e gli impegni, e i pensieri, e le brutte notizie, e le cose da fare prendono il sopravvento, mettevi a fare una torta: seguire una ricetta passo a passo permette di non divagare con il cervello e crogiolarsi in pensieri nefasti. Non solo. I movimenti utilizzanti per fare torte (mescolare, mescolare, impastare, impastare) sono simili agli altri più famosi mitigatori di stress (comportamenti rituali e ripetitivi) come lavorare a maglia o stringere la pallina antistress.
E ancora. Le giornate sono oramai scandite da un minimo di otto ore davanti al computer e, pensateci bene, raramente abbiamo, a fine giornata, qualcosa di tangibile che dimostri a noi stessi (e agli altri) il risultato del nostro lavoro. La cottura al forno è l’antitesi di questo. È fisica. Metodica. Non può essere affrettata. E tremendamente rassicurante: se segui una ricetta passo passo ha un risultato garantito (o quasi). Insomma, non ti tradisce, è semplice e – grazie al cielo – prevedibile.”
Martina Liverani

(altro…)