Elogio alla semplicità: hummus

hummusbase

Hummus, ovvero una pietanza dalle origini libanesi, molto diffusa nel Medio Oriente, oggi è conosciuto in tutto il mondo, soprattutto grazie alla cucina vegana e vegetariana. Se la vostra dispensa dispone di una scatoletta di ceci e di una manciata di semi di sesamo, vale la pena prepararlo.
Quando leggerete la ricetta, vi accorgerete che oltre ai ceci è necessario disporre anche della tahina, ossia pasta di semi di sesamo tostati. Non vi scoraggiate subito, la potete preparare facilmente a casa. Basta tostare una manciata di semi di sesamo su una padella antiaderente, farli freddare, mescolarli con 3 cucchiai di olio di buona qualità e quindi aggiungeteli ai restanti ingredienti dell’hummus e procedete come indicato sotto.

Ma ricordatevi – per preparare un hummus perfetto il segreto sta nella giusta quantità della tahina e nell’uso dell’acqua gelida. 

Ingredienti:
1 bicchiere di ceci secchi
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
¾ di bicchiere di tahina
spremuta di ½ limone
½  bicchiere di acqua gelida
1 spicchio d’aglio
½ cucchiaino di semi di cumino
¼ di cucchiaino di peperoncino frantumato
sale qb

Procedimento:
Un giorno prima di preparare il vostro hummus, ricoprite i ceci secchi con acqua fredda mescolata con 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (quantità di acqua deve essere pari al doppio di volume dei ceci), quindi lasciate per una notte intera. 

La mattina succesiva, scolate e risciacquate i ceci – dovreste ottenerne 2 bicchieri. Il passo seguente è quello di ricoprirli di nuvovo con abbondante acqua e bicarbonato di sodio rimanente, quindi farli cuocere per 40 minuti. Quando saranno morbidi, scolateli e risciacquate nuovamente.
Tostate leggermente i semi di cumino su una padella antiaderente (attenti a non bruciarli), quindi pestateli in un mortaio fino a quando non diventano polvere.
Versate nel bicchiere del frullatore a immersione i ceci, la tahina, la spremuta di limone, l’acqua, l’aglio, il cumino, il peperoncino e il sale quindi frullate fino a ottenere una crema molto liscia. Se risulta troppo asciutta o ci sono ancora grumi, aggiuntete qualche goccio d’acqua e continuate a frullare fino a ottenere la consistenza giusta.

A casa mia l’hummus va mangiato con del pane, un po’ di peperoncino, pepe macinato al momento oppure semi di papavero, ma vi potete sbizzarrire e servitelo con delle verdure che vi piacciono (per esempio l’avocado, la rucola oppure gli spinaci freschi).

hummuspapaveroavocado

Mango lassi

mangolassi2

Mango lassi nella sua versione originale è un frullato con base di polpa di mango, yogurt e acqua. Nella versione vegana può essere preparato con yogurt di soia oppure con latte di cocco. Sinceramente non sono una fan di frullati di frutta e latte ma da quando ho scoperto questo, devo ammettere che la sua preparazione è diventata una sorta di rito, ripetuta regolarmente 😉 Per cui, se vi dovesse capitare di comprare del mango, prendetene un pezzo in più e provate.

Ingredienti, 2 porzioni:
1 mango maturo
½ bicchiere di latte vegetale
½ bicchiere di latte di cocco
1 cucchiaio di sciroppo d’acero
un pizzico di cardamono macinato

Procedimento:
Sbucciate il mango e togliete il suo nocciolo. Mettete la polpa nel contenitore di un frullatore e aggiungete altri ingredienti: latte vegetale e quello di cocco, sciroppo d’acero e cardamono. Frullate a lungo fino a quando non diventa una crema omogenea. Potete servirlo con cubetti di ghiaccio.

mangolassi

Carpaccio di pesche con dressing al papavero

CArpaccio pesche

Pesca, avocado, mandorle e melograno serviti sulle foglie di un mix di spinaci e rucola, irrorati con una vinaigrette al papavero: è una proposta di antipasto o merenda con pezzetti di pane abbrustolito. Va preparata senza sale né pepe.

L’avocado può essere tagliato a fettine e disposto sul piatto da portata, oppure tagliato a cubetti (come è possibile vedere nella foto). Tutto va irrorato con una semplice vinaigrette al limone e papavero.

Ingredienti per 2 persone:
pesca, tagliata a fettine sottili
½ avocado, sbucciato e tagliato a cubetti  o fettine
melograno
una manciata di spinaci
una manciata di rucola
mandorle affettate qb
papavero qb
cucchiai do olio extra vergine
succo di limone qb

Procedimento:
Disponete spinaci e rucola sui piatti da portata, mettete sopra le fettine di pesca, avocado, quindi una manciata di mandorle affettate. Tagliate in due melograno ed estraetene i chicchi, e poi metteteli sui piatti.
Preparate la vinegraitte: mescolate con una forchetta olio con il succo di limone e papavero, quindi versate sopra il carpaccio. Se vi sembra poco dolce, potete aggiungerci sciroppo d’acero. 

Carpaccio di pesche

carpacciodipesche

Frullato di mango e verdure verdi

Frullato verde

Non c’è modo migliore di disintossicare, rimineralizzare e rinfrescare l’organismo durnate la stagione estiva che consumare un succo di verdure verdi, addolcito con la frutta dolce, come per esempio un mango maturo.

Ingredienti:
1 mazzetto di spinaci freschi
1 manciata di prezzemolo
1 manciata di foglie di lattuga
1 cucchiaio di succo di limone
1 pezzetto di zenzero fresco
1 cetriolo piccolo
4 gambi di sedano
1 mango

Lavate accuratamente gli ingredienti, azionate la centrifuga e riponete al suo interno tutte le verdure, zeznero e limone uno alla volta tranne. Spelate il mango, tagliatelo a cubetti e frullate con il succo verde. Versate il tutto in un bicchiere il cui fondo potete ricoprire con dei cubetti di ghiaccio.

Minestra di verdure novelle

zuppa

È una zuppa estiva con fagiolini, patate, broccoli, asparagi, un’enorme manciata di verdure a foglia come: erbe fresche (basilico e dragoncello), finocchietto, prezzemolo ed erba cipollina, addensata  alla fine con la farina di ceci e un poco di panna di soia.

Oltre a questo, è stata fatta in base alla cucina macrobiotica, la quale, oltre al consumo bilanciato di alimenti Yin e Yang, e dei cibi biologici, consta nella preparazione deli piatti seguendo l’ordine preciso delle ricette.

Ingredienti:
timo fresco o assechito
curcuma
2 carote
4 patate medie novelle
1/2 sedano rapa
2 porri piccoli
4 patate medie novelle
3 cipollotti insieme all’erba cipollina
una manciata di fagiolini
3 spicchi d’aglio
1/2 cucchiaino di zenzero
peperoncino qb
una manciata di finocchietto
qualche rametto di dragoncello (oppure un cucchiaino di quello assecchito)
2 rametti di sedano
basilico qb
una manciata di prezzemolo
qualche rosetta di broccoli
3 asparagi
3 cucchiai d’olio di semi di girasole
1 cucchiaio di burro vegano
1/2 dado vegetale bio
2 -3 litri litri di brodo vegetale oppure di acqua
maggiorana
cumino qb
sale e pepe qb
1 cucchiaio colmo di farina di ceci
4 cucchiai di panna di soiaverdure

Procedimento:
Fate bollire 2-3 litri di acqua, nel frattempo scaldate olio e burro vegano su una padella e fate rosolare porri e cipollotti tagliati a rondelle, quindi aggiungete fagiolini. Quando l’acqua bolle, aggiungete un pizzico di timo e di curcuma, quindi carote tagliate a fettine, patate e sedano tagliati a cubetti, porri e cipollotti rosolati precedentemente insieme ai fagiolini, poi zenzero, peperoncino, pepe. Aggiungete successivamente dado vegetale e sale e fate cuocere per 20 minuti a fuoco moderato. Tagliate nel frattempo le verdure a foglia: finocchietto, dragncello, sedano, basilico e prezzemolo (lasciatene un poco per la finale guarnizione) e aggiungetele una volta passati 20 minuti di cottura della zuppa. Passati 10 minuti aggiungete broccoli e un pizzico di maggiorana oppure di curcuma e fate cuocere per altri 10 minuti senza coperchio. Una volta passato il tempo necessario, aggiungete un pizzico di cumino macinato e asparagi tagliati a pezzetti e cuocete per 1-3 minuti, fino a quando non diventano morbidi. Quando tutto è pronto, aggiustate con pepe e sale, nonché con olio. Per addensare la zuppa, mettetene un mestolo in una tazza, aggiungete 1 cucchiaio colmo di farina di ceci, mescolate tutto bene insieme e, mescolando sempre, panna di soia, quindi versate tutto nella pentola con la zuppa. Spegnete il fuoco e aggiungete le verdure a foglia tagliate precedentemente, aggiustate con il pepe macinato al momento e servite con pane fresco.

zuppa