Category: Dolci

Tartufi d’avocado al cioccolato

Praline d'avocado

Nella mia vita ho assaggiato centinaia di tartufi al cioccolato: gradatamente piccanti grazie a una spruzzata di peperoncino, leggermente salati grazie a granelli di sale rosa in superficie, dal gusto nostalgico della lavanda, appena appena speziati alla cannella. Ultimamente ero però in cerca di praline particolari, diverse da tutte le altre: dovevano soddisfare al 100% la voglia di qualcosa di gustoso ed essere salutari allo stesso tempo. Dopo qualche prova, sono arrivata a creare questi incredibili tartufini al forte gusto di cioccolato – molto cremosi e leggermente vellutati grazie a una spolverata di cacao amaro – proprio come si possono trovare dai migliori maestri pasticceri 😉 Li consiglio non solo a coloro che sono in cerca di dolcetti raffinati ma molto semplici da fare, ma anche a tutti quelli che vorrebbero consumare meno prodotti raffinati. La loro cremosità è dovuta all’utilizzo di un avocado maturo, la dolcezza a datteri freschi (andranno bene anche quelli disidratati, l’importante è che siano senza zuccheri aggiunti).

Dunque, non aspettate a lungo e convincetevi da soli con quale facilità si possono realizzare a casa! E se voleste realizzare la ricetta per portarli a un pic-nic con qualcuno a cui volete bene, li potreste preparare utilizzando delle formine in silicone, magari a forma di cuore. Una volta pronti, spolverateli abbondantemente con cacao amaro o con farina di carrube. Fatto ciò non vi resta che osservare la persona per cui li avete preparato, vedere come si fonde in estasi e vi riempie di complimenti…

Ingredienti per circa 30 tartufini:
250 gr di cioccolato extra fondente
1 avocado maturo
6 – 12 datteri Medjoul (a seconda come li volete dolci) freschi e morbidi, messi in ammollo in acqua calda per 15 min
1 pizzico di sale rosa
4 – 5 cucchiai di cacao amaro

Procedimento:
Preparate i datteri, privandoli del nocciolo e frullandoli con un frullatore a immersione fino a quando non si trasformeranno in una crema liscia e senza grumi. Mettete da parte.
Preparate il cioccolato, spezzettandolo, quindi fatelo sciogliere a bagnomaria (mettete il cioccolato in una ciotolina, e poi posizionatela su un pentolino con acqua bollente), evitando che entri a contatto con l’acqua. Appena il contenuto della ciotola comincerà a sciogliersi, spegnete il fornello continuando a mescolare dolcemente con una spatola. Quando tutto il cioccolato si sarà fuso, togliete la ciotola dal pentolino e fate raffreddare leggermente.
Preparate l’avocado: lavatelo, tagliatelo a metà, privatelo del nocciolo, e, aiutandovi con un cucchiaio, togliete la polpa. Mettetelo nel contenitore del frullatore a immersione in cui avete preparato la crema di datteri, aggiungete il sale, e frullate il tutto fino a ottenere una crema molto liscia e senza grumi. Aggiungete pian piano il cioccolato sciolto leggermente raffreddato. Lavorate la crema fino a quando tutti gli ingredienti non si sono amalgamati. Lasciate riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
Preparate i tartufini: spolverate il cacao su un piatto grande e, aiutandovi con un cucchiaino, prendete piccole porzioni della crema raffreddata, e modellate con le mani delle piccole palline. Passate ogni tartufino nel cacao, dopodiché fateli riposare in frigo fino al momento di servirli.

Pra;ineee 1

Cookies con zucca e mandorle

cookies zucca top 3

Ho sempre pensato che le ricette per biscotti fossero troppo semplici e scontate per postarle sul blog, ma quando ho fatto questi cookies non ho potuto far a meno di condividere il metodo per la loro preparazione. Sono molto semplici nella loro esecuzione, leggeri e, appena li assaggerete, vi faranno sentire sazi e felici – potrà mai esistere un dolcetto migliore?

Tanti pensano che fare dolci al 100% vegetali dia resultati diversi rispetto alle ricette classiche. In parte è vero, ma ricordatevi che le differenze della struttura dell’impasto dipendono dalla tipologia del grasso che si usa. Infatti, non è un caso che la classica torta di carote viene fatta con l’olio di semi, il plum-cake con yogurt, e i cookies con il burro. In questa ricetta non useremo però né burro né uova, ma zucca arrosto e mandorle tritate – i cookies che ne verranno fuori avranno il cuore morbido e la superficie croccante.
Sbrigatevi e preparateli immediatamente, perché a breve la zucca non sarà più disponibile nei mercatini locali!

Ingredienti:
1/2 bicchiere di farina tipo 2 o integrale
1/2 bicchiere di farina 00
1/2 cucchiaino di bicarbonato di soda, setacciato
1 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di noce moscata
1/2 cucchiaino di cardamomo
1/2 cucchiaino di zenzero
1/4 di cucchiaino di sale integrale
1/4 di bicchiere di fiocchi d’avena
semi di 1/2 bacello di vaniglia
1/3 di bicchiere di malto di riso (o qualsiasi altro dolcificante liquido)
1 cucchiaio di zucchero di canna scuro
1/2 bicchiere di purea di zucca*
2/3 di bicchiere di mandorle tritate molto finemente o di farina di mandorle

In alternativa:
pezzetti di cioccolato fondente

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 190°.
Setacciate e mescolate insieme le farine, il bicarbonato, le spezie, il sale, aggiungete i fiocchi d’avena. In un altro contenitore mescolate i semi di vaniglia insieme al malto, lo zucchero, la purea di zucca, le mandorle tritate molto finemente. Versate cucchiaio a cucchiaio la miscela di farine e di cioccolato (se lo usate) in quella con gli ingredienti liquidi, mescolate bene ma non troppo.
Foderate con la carta da forno una teglia, quindi, servendovi del cucchiaio per il gelato (o, se non lo avete, di un cucchiaio semplice), create delle palline dell’impasto, quindi posizionatele sulla teglia e schiacciate un po’ con il palmo della mano o una forchetta.
A seconda del forno che utilizzate, infornate i cookies per 15-21 minuti, finché i bordi saranno dorati e il centro risulterà cotto.
Appena cotti, toglieteli dal forno e permetteteli raffreddarsi per un minimo di 5 minuti, dopodiché spostate ogni cookie su una gratella da cucina. Mangiateli quando si saranno raffreddati del tutto.

* Per maggiori dettagli su come preparare la zucca arrosto cliccate qui

cookies zucca

cookies zucca 5

Red Velvet Cupcakes

Red Velvet Cupcakes

Tempo fa ho scritto come barbabietola può meravigliosamente trasformarsi in una soffice ciambella al cioccolato o pudding. Chi mi conosce sa che non potrei mai fermarmi a solo un paio di ricette dolci con questo vegetale come protagonista. Proprio per questo motivo ho preparato per voi “peccaminosi” muffins dal bel color rosso… Sono perfetti non solo come regalo per San Valentino, ma ogniqualvolta vi verrà voglia di stupire i vostri ospiti con un insolito dessert.

Nella versione originale questi dolcetti vanno chiamati Red Velvet Cupcakes: il colore rosso dell’impasto è dovuto all’uso di coloranti, la consistenza vellutata alle uova e al burro. Perché ricorrere però a prodotti artificiali o ingredienti di origine animale se si possono realizzare muffins altrettanto deliziosi, ma più salutari e molto più leggeri?

Realizzate dunque la ricetta seguendo attentamente ogni passo e non temete di servire cupcakes che sapranno di tubero di barbabietola: all’interno c’è un ingrediente “segreto” che stempera questo gusto particolare e vi garantisco che non se ne accorgeranno nemmeno i più grandi nemici delle verdure (per i dettagli, leggete i tips in fondo alla ricetta)…

Ingredienti per 12 cupcakes

Per l’impasto:
1 cucchiaio di semi di lino macinati
3 cucchiai di acqua tiepida
1 tazza e 1/4 di farina 2
1/2 tazza di farina di cocco
1 cucchiaio abbondante di carruba o cacao
1 cucchiaio di polvere lievitante per dolci
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di vaniglia di Bourbon (importantissimo)
2/3 di tazza di purea di barbabietola
1 tazza di latte di cocco grasso (fondamentale)
1 cucchiaino di aceto di vino bianco o di mele
1 cucchiaio di succo di limone
3/4 di tazza di zucchero di canna + 3 cucchiai di sciroppo d’acero
1/3 di tazza di olio di cocco non raffinato

Per il frosting al cocco:
250 gr di formaggio spalmabile al 100% vegetale
200 gr olio di cocco non raffinato a temperatura ambiente
2 tazze di zucchero a velo
1 cucchiaino di vaniglia di Bourbon
1 – 2 cucchiai di olio di cocco grasso

 

Procedimento per i muffins:
Preriscaldate il forno a 175° e preparate uno stampo da muffin, rivestendolo con gli appositi pirottini di carta. Macinate i semi di lino, quindi mescolateli con l’acqua e mettete da parte.
Setacciate la farina, successivamente mescolate molto attentamente tutti gli ingredienti secchi. In un’altra ciotola mescolate la pureadi barbabietole, il latte di cocco, l’olio di cocco sciolto, lo zucchero, lo sciroppo, l’aceto, il limone, e la vaniglia. Mescolate finché l’impasto non diventa ben omogeneo e dal color rosa intenso.
Aggiungete cucchiaio a cucchiaio gli ingredienti secchi, rimestando con una frusta fino a ottenere un composto omogeneo.
Versate l’impasto negli stampini per muffin dove avete posizionato i pirottini di carta. Riempiteli per circa 3/4, quindi sbattete con lo stampo per far uscire le bolle di aria e infornateli a 175° per 18-22 minuti e nel frattempo preparate il frosting al cocco.

Una volta passati 18 minuti, fate la prova dello stecchino: infilzatelo dentro un muffin – se esce asciutto, i dolcetti sono pronti.

Per il frosting:
Lavorate il formaggio spalmabile e l’olio di cocco con uno sbattitore elettrico o, ancor meglio, con un robot da cucina. Aggiungete lo zucchero e lavorate finché non si incorpora bene, quindi versate pian piano la vaniglia. Se c’è ne bisogno, aggiungete il latte di cocco in maniera da ottenere la consistenza desiderata. Procedete con le decorazioni quando i muffins si sono ben raffreddati, quindi assaggiatene un paio!

Tips:
Per preparare la purea di barbabietole, basterà cuocerle in acqua, al vapore o in forno (raccomando l’ultima opzione), quindi sbucciarle, frullarle e ricavarne la quantità indicata;

Non dovete farlo il giorno stesso in cui preparerete i cupcakes, anzi, potete avvolgere 3 – 4 barbabietole in carta stagnola e infornarle anche con qualche giorno in anticipo; con ciò che rimane potete preparare un fantastico carpaccio di barbabietole o hummus rosa (le relative ricette si trovano nel mio libro);

Se avete letto attentamente l’introduzione e la lista degli ingredienti, avrete capito che l’ingrediente segreto è il cocco! Proprio per questo vi consiglio di non sostituire la farina di cocco con altre, altrimenti i muffins sapranno di barbabietola. Lo stesso vale per il latte e l’olio di cocco – non usate i loro sostituti, anzi, è meglio ricorrere addirittura a quelli non raffinati, in maniera tale da dare ancora più gusto ai vostri dolcetti.

Red Velvet Cupcakes 6

Red Velvet Cupcakes 8

Torta al cioccolato con zucchine e limone

zuchini cake

La ricetta base per una soffice torta al cioccolato prevede di solito l’utilizzo di burro, latte e, come se non bastasse, tante uova  – così dicono le ricette standard. Non tutti sanno però che realizzare la ricetta per una golosissima ma nello stesso tempo, delicata e morbida torta al cioccolato al 100% vegetale non è per nulla difficile. 

Dolci al cioccolato preparati senza utilizzo di prodotti animali sono perfetti non solo per i vegani, ma anche per tutte le cuoche che hanno voglia di realizzare una delizia senza usare burro e uova. Ciò che sarà necessario per il procedimento sono farina 00 e un po di quella di ceci, acqua e lolio che preferite. Come tocco finale aggiungete un bicchiere di zucchine grattugiate e un po’ di succo di limone: otterrete una delle più incredibili torte al cioccolato che avete mai assaggiato!

Una volta fatta cuocere per 60 minuti a 180 gradi, non vi resta che inumidire la torta con ganache di cioccolato fondente e acqua, a cui aggiungerete un po’ di buccia grattugiata di limone. Lasciate raffreddare, resistendo alla tentazione di addentarla subito: chi è capace di resistere al profumo di una calda torta al cioccolato vegan? 

Perdonatemi, ma non io! 

Ho usato una tortiera dal diametro di 22 cm.

Ingredienti per 1 torta al cioccolato (o 24 muffins): 
1 bicchiere e ½ di farina 00 
½ bicchiere di farina integrale 
¾ di bicchiere di farina di ceci 
¾ di bicchiere di cacao amaro 
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio 
½ cucchiaino di polvere lievitante 
1 pizzico di sale 
1 bicchiere di zucchero di canna 

1 bicchiere di olio 
¾ di bicchiere di acqua 
4 cucchiai di spremuta di limone 
1 bicchiere di zucchine grattugiate 

Ingredienti per la ganache
100 gr di cioccolato fondente 
1/3 di bicchiere di acqua 

Procedimento: 
Preriscaldate il forno a 180 gradi e preparate una tortiera rotonda dal diametro di 22 cm circa con il bordo rimovibile spruzzandola con olio vegetale e foderandola con la carta da forno. 
Setacciate le farine, il bicarbonato, la polvere lievitante, aggiungete il cacao, il sale e lo zucchero. In un’altra ciotola mescolate insieme l’olio, l’acqua, la spremuta di limone e le zucchine grattugiate. Quindi aggiungete pian piano la miscela oleosa ottenuta agli altri ingredienti, mescolando delicatamente con una spatola (non frullate!) fino a ottenere un impasto omogeneo. Una volta incorporatisi gli ingredienti, trasferiteli nella tortiera e cuocete per circa un’ora.
Passato il tempo necessario, fate la prova dello stecchino: se risulta pronta, toglietela dal forno, fatela raffreddare e toglietela delicatemente dalla tortiera.  

Aiutandovi con una spatola ricoprite interamente la torta con la ganache, quindi spolveratela con un pizzico di buccia di limone grattugiata. 
 

Per muffins: una volta versato l’impasto all’altezza di ¾ di pirottine, infornateli per 20 – 25 minuti a 180 gradi.

 

zucc cake 1

 

Tofucake al basilico e limone

Basil tofucake 5

Tanti commenti positivi sui cupcakes al basilico da parte dei miei amici e famiglia mi hanno fatto venire voglia di risperimentare la produzione dei dolcetti verdi. Proprio per questo oggi vi presento una delicatissima e rinfrescante tofucake dal colore primaverile! Consiglio di farla a tutti coloro che cercano nuove esperienze in cucina.

Ma prima di arrivare alla cheesecake dal color verde, chiariamo una volta per tutte cos’è e come va fatta la vera torta fredda al formaggio di soia.

La tofucake non è altro che il corrispettivo al 100% della cheesecake, ovvero di una torta composta da una sottilissima base, di solito di biscotti o frutta secca, e dolcissimo formaggio di soia. Anche se il gusto del tofu crudo non fa impazzire, ci sono alcuni trucchi per trasformarlo in una tofucake così buona, delicata e cremosa da non far riconoscere a nessuno che si tratta di una torta vegan.

La prima differenza tra il tofu e il formaggio tradizionale sta soprattutto nella loro struttura – il primo è abbastanza compatto, un pochino grumoso e si taglia facilmente a fette. In più, contiene molti meno grassi rispetto al formaggio a base di latte. Un’altra non meno importante differenza tra questi due prodotti è legata al loro gusto: il tofu mangiato sauté non colpisce particolarmente le papille gustative e proprio per questo che avrà bisogno di essere accompagnato da ingredienti adatti.

Un altro fattore non da sottovalutare nella preparazione della tofucake è la sua consistenza: per renderla cremosa bisogna aggiungere un bicchiere di latte – più grasso sarà, più delicata e perfetta verrà la vostra torta. Se userete il latte di riso o di soia, la crema assomiglierà più alla panna cotta che a una cheesecake fredda. Proprio per questo vi consiglio di utilizzare per il suo procedimento il latte di cocco oppure, ancor meglio, soltanto la crema del latte di cocco la quale si ottiene tenendo la lattina in frigo per 24 ore.

Quando la crema per la tofucake sarà già pronta, non resta che aggiungere vaniglia, dolcificarla a piacere e condirla con la buccia e la spremuta di limone – è un passo importantissimo nella preparazione di questo tipo di torte in quanto il limone è in grado di neutralizzare il retrogusto di soia. La quantità di spremuta che vi occorrà va di solito da ¼ a ½ bicchiere e dipende dal marchio del tofu che utilizzate, per questo fidatevi piuttosto del vostro intuito e aggiungetene tanto quanto ne sarà necessario.

Last but not least, se vi posso dare un tip, acquistate frutta di stagione che più vi piace come decoro e… la vostra tofucake è pronta! Quando andate a trovare i vostri amici portatela come dessert e domandategli che pensano della vostra cheesecake fredda.

Se questa ricetta vi è piaciuta, ne potete trovare molte di più nei miei libri di cucina Dolci vegani e Vegan è chic (basta fare un clic nei titoli per visualizzarli) <3

Ho usato una tortiera a bordo apribile dal diametro di 26 cm

Ingredienti per la base:
1 bicchiere e ½ di noci pecan
¾ di bicchiere di datteri messi a mollo per ¼ d’ora e poi strizzati bene
1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema:
540 gr di tofu
1 lattina di latte di cocco refrigerato per 24 ore / 400ml
2 cucchiaini e ½ di agar-agar
½ bicchiere di limone
¾ -1 bicchiere di zucchero grezzo a velo
buccia grattugiata di 1 limone
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
foglie di 2 mazzetti di basilico fresco

Procedimento per la base:
Tritate le noci pecan insieme al sale fino a ottenere una composto sabbioso, quindi aggiungete i datteri, e continuate a frullare fino ad ottenere un impasto appiccicoso. Una volta pronto, formatene una palla e riponetela nel frigo per 30 minuti. Passato il tempo necessario, rivestite la tortiera con la carta da forno, quindi spalmate la base sul fondo dello stampo schiacciandola con il dorso del cucchiaio.

Procedimento per la crema:
Aprite la lattina del latte di cocco raffreddato e, aiutandovi con un cucchiaio, togliete soltanto la parte cremosa e bianca – il suo volume è di circa 250 ml. La parte liquida potrà essere utilizzata successivamente per altre ricette, magari per preparare uno shake. Versate la crema del cocco in un pentolino insieme all’agar-agar, quindi mescolatela delicatamente. Cuocete su fuoco molto basso continuando a mescolare fino a quando il liquido non inizia a bollire. Cuocete per altri 30 secondi, successivamente togliete il pentolino dal fuoco.

Versate la crema nel contenitore del vostro frullatore e iniziate a frullare, aggiungendo man mano il tofu sbriciolato, il succo e la buccia del limone, la vanillina, il sale e lo zucchero.
In un altro contenitore, frullate le foglie di basilico insieme a 2-3 cucchiai di crema di tofu fino a ottenere una crema molto liscia e senza pezzetti di questa pianta (è importante!). Una volta pronta, versatela nella crema per la farcitura e frullate insieme fino a quando non diventa un composto senza grumi. Se fosse poco dolce, aggiungete altro zucchero, mescolate, quindi versate nello stampo e riponete nel frigo per 3-4 ore.

Tip: ho decorato la torta con buccia di lime grattugiata, ma se preferite farlo usando frutta di stagione, prima di metterla su, fatela riposare per 40 minuti, quindi procedete con le decorazioni.

Tip 2: se preferite usare biscotti al posto delle noci, sbriciolateli con un tritatutto, quindi tostateli leggermente su una padella con 2 cucchiai di olio di cocco o un burro vegetale.

Basil tofucake 4