Tag: cena

Il migliore Pad Thai vegano

Pad Thai top dei top

Visto che tempo fa ho viaggiato per oltre 2 mesi per il sud – est asiatico, tanti di voi potranno pensare che l’idea per la ricetta di oggi sia nata in Thailandia, e invece no! Perché il migliore Pad Thai vegano l’ho mangiato e poi cucinato in … Islanda! Sì, questa ricetta è stata creata proprio quando lavoravo al Kaffi Vìnyl (il café piú cool e hipster di tutta Reykjavík, nonché il primo locale al 100% vegan in tutta l’Islanda). Essendo stato il piatto simbolo di quel posto, l’ho cucinato migliaia di volte, ma non mi ha mai stancata, anzi. E dopo aver assaggiato molte versioni di Pad Thai vegano anche in Thailandia, posso affermare con certezza che la ricetta che troverete qua sotto -ispirata dalla sua versione islandese- è davvero la migliore che io abbia mai assaggiato!

(more…)

Insalata estiva con riso Venere

IMG-20160707-WA0002

Con che cosa cenare quando si ha poco tempo a disposizione? Bisogna davvero andare dritti dritti alla pizzeria sotto casa, prepararsi un’inslata poco invitante con quello che è rimasto in frigo o stuzzicare patatine e noccioline? No, nulla di questo, perché in poco meno di mezz’ora vi potete preparare un’ottima insalatona a base di riso Venere! Questo piatto non soltanto vi farà sentire sazi e soddisfatti, ma lo potrete utilizzare anche il giorno dopo per il pranzo in ufficio o per una cena veloce, perché vi propongo la ricetta per una doppia porzione! 

(more…)

Curry con zucca e cavolo nero

Curry con zucca top

È l’ultimo periodo in cui la zucca e il cavolo nero si trovano ancora sulle bancarelle dei mercatini locali, per cui cerco di godermeli a giorni alterni o, come nella proposta di oggi, messi insieme in un energetico piatto unico.

Questa deliziosa pietanza, pur sembrando elaborata, è semplicissima da preparare ed è adatta anche a tutti coloro che lavorano a tempo pieno: essere stra-impegnati non è una scusa per mangiare male, anzi!

(more…)

Arrosto veg di funghi e frutta secca

Arrosto top

Qualora in questi giorni pianificaste il menu festivo e vi scervellaste su quale portata principale servire a tavola, dovreste puntare proprio su questa ricetta! L’arrosto fatto di funghi e frutta secca è un misto di prelibatezza, salute e semplicità: porta meravigliosi profumi di bosco, è ben condito con tante erbe aromatiche, e lascia sazi e soddisfatti sia vegani sia carnivori convinti. Ma il segreto di un arrosto perfetto al 100% vegetale è …

(more…)

Vellutata di asparagi

Cappuccino di asparagi

Quante ricette conoscete per portare in tavola gli asparagi? Sono certa innumerevoli – a parte i classici italiani come il risotto o la pasta agli asparagi, questi vegetali si possono cuocere in forno con pangrattato al limone e prezzemolo, oppure al vapore per essere poi consumati con semplice miscuglio di olio e limone; sono buonissimi se brasati o grligliati e poi mixati con l’avocado e miglio e proposti come un’insalata. Chi di voi però li mangia in veste di zuppa?

La ricetta di oggi per la crema di asparagi non è una novità in sè, ciò che cambia è il modo di servirla – in una tazza da tè con un cappuccio di latte vegetale; anche se sembra essere una zuppa sofisticata, il suo procedimento è tanto facile come per qualsiasi altra crema vegetale. Va preparata come quasi tutte le altre zuppe, ovvero si inizia un soffritto a base di una piccola cipolla, un porro e una patata quindi si aggiungono gli asparagi, si copre il tutto con brodo vegetale e si procede con la cottura – è proprio qui che dovete stare attenti e non lasciarli cuocere troppo a lungo, altrimenti gli asparagi diventeranno duri. Una volta cotta la zuppa andrà condita con basilico, quindi resa in purea e servita con caldo latte vegetale schiumato e una spruzzata di pepe e sale (quello al tartufo sarebbe il top).

(more…)

Cavoletti al forno con melograno

Bruxelles2

La ricetta per la casseruola di oggi è indirizzata soprattutto a tutti gli scettici dei cavoletti di bruxelles. Per preparare questo piatto basta prima cuocere i cavolini nell’acqua, quindi guarnirli con un aromatico pangrattato al limone e aglio, dopodiché infornarli per qualche minuto. La cottura al forno gli darà  croccantezza e delicatezza, mentre l’aromatica impanatura farà svanire il retrogusto tipico delle crucifere. Li potete mangiare come un contorno, per esempio di riso con il latte di cocco, oppure come un’insalata. Essendo una grande amante delle verdure scelgo spesso la seconda opzione e li mangio tutti a cena.

Seguendo questa ricetta otterrete sempre dei cavoletti morbidi ma allo stesso tempo ben sodi. Cotti nel modo riportato qui sotto possono essere usati anche per altri tipi di insalate e casseruole, come per esempio quella con la besciamella vegana.

 

Ingredienti per 2 persone:
300 gr di cavoletti di bruxelles
1 cucchiaio e ½ di pan grattato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
½ spicco d’aglio grattuggiato
2 cucchiai di olio extra vergine
1 pizzico di buccia di limone grattuggiata
sale e pepe qb

Per accompagnare:
2 spicchi di limone
olio extra vergine
½ melograno

Procedimento:
Lavate i cavoletti sotto l’acqua corrente o in una bacinella con acqua fredda, quindi eliminate le foglie rovinate. Fateli cuocere in una pentola grande con l’acqua salata per  circa 20 minuti senza coprire la pentola.
Nel frattempo accendete il forno a 220 gradi e predisponete una teglia rivestita di carta da forno. Posizionate su un tagliere tutti gli ingredienti della ricetta tranne che i cavoletti, quindi tritateli accuratamente.
Una volta passato il tempo necessario, scolate i cavoletti e mescolateli con il pan grattato aromatico nella teglia preparata precedentemente. Infornateli per 10 minuti circa oppure fino a quando la guarnizione diventerà croccante e leggermente bruna. Una volta cotti, irrorateli con il succo di limone mescolato con olio, quindi guarnite con i chicchi del melograno.

Bruxelles5

Hummus con zucca arrosto

Hummus con zucca arrosto

Nella mia vita ho preparato e mangiato centinaia di deliziosi hummus sia nella versioni classiche che accompagnate da altri ingredienti, ma questo qui è un hit assoluto, ve lo garantisco. La zucca si sposa perfettamente con i ceci, per cui mixarli insieme è un’idea più che ingeniosa.
Come già scritto nella ricetta base per l’hummus, il segreto della sua consistenza vellutata sta nell’aggiunta di acqua fredda: potete usare la stessa della cottura dei ceci e poi raffreddata oppure aggiungete dell’acqua fresca la quale farà sì che quest’impasto sarà più facile da digerire.

Quest’hummus è perfetto anche per bambini: il retrogusto di zucca lo rende più appetitoso e permette di assumere nello stesso tempo una buona porzione di proteine e oli vegetali.
Non vi scordate che questo genere di salse richiede l’uso di oli di origine vegetale di alta qualità, come per esempio quello d’oliva o di semi di lino (io li mescolo entrambi nella proporzione di 3:1).

Potete mangiare questa strepitosa salsa con del semplice pane integrale oppure, come lo faccio spesso io, servito sulle verdure stagionali arrosto.

Ingredienti:
1 bicchiere di ceci secchi

2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
¾ di bicchiere di tahina
1 piccola zucca (peso 500 gr con guscio)
1/3 di bicchiere di olio vegetale
5 cucchiai di succo di limone
2 spicchi d’aglio
2 cucchiaini di cumino (tostato e macinato in un mortaio)
sale qb

Procedimento:
Un giorno prima di preparare il vostro hummus, ricoprite i ceci secchi con acqua fredda mescolata con 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (quantità di acqua deve essere pari al doppio di volume dei ceci) e lasciate per una notte intera. Successivamente scolate e risciacquate i ceci – dovreste ottenerne 2 bicchieri.
Il passo seguente è quello di ricoprirli di nuvovo con abbondante acqua e bicarbonato di sodio rimanente, quindi farli cuocere per 40 minuti. Quando saranno morbidi, scolateli e risciacquate nuovamente.

Mentre i vostri ceci si staranno cuocendo, preparate la zucca arrosto: lavatela, tagliatela grossolamente senza togliere la buccia ed infornatela per un’oretta ad una temperatura di 190 – 200°. Una volta cotta, staccate la sua polpa e fatela raffreddare, quindi mettetela in un robot assieme ai ceci, alla tahina, al succo di limone e all’aglio. Quando le lame del robot saranno in funzione, aggiungete 1/3 di bicchiere di acqua gelida continuando a frullare per ottenere una crema liscia.
Regolate con sale e pepe e poi servite il vostro hummus in una ciotolina condito con l’olio e con il cumino.
È buonissimo se mangiato con delle verdure arrosto come barbabietole, sedano rapa, pomodori e carote.

HummusZucca1

HummusZuccaVerdurine

HummusZuccaVerdureArrosto

Questa ricetta partecipa al 100% Vegetal Monday, organizzato da La Cucina della Capra. Il suo obiettivo è simile al famoso Meat free Monday, ove lo scopo è cominciare la settimana con dei prodotti vegetali e ridurre l’uso della carne e di prodotti animali in generale.

Curry di patate e piselli

Currydipatate

Oggi vorrei postare una delle mie ricette preferite per via della sua semplicità, un colore bellissimo e un gusto particolare. Inoltre questo piatto pur essendo fatto con del latte di cocco, rimane abbastanza leggero.

La preparazione del curry di patate si inizia dallo scaldare l’olio in una pentola insieme alla crema fatta di aglio, zenzero e cipolla frullati (il cumino e il cardamomo si aggiungono interi per non rovinare il colore della pietanza), poi si aggiungono le patate e si cuoce il tutto fino a quando diventa morbido. Nell’ultimo istante di cottura basta aggiungerci i piselli e  gli spinaci ed ecco, il vostro curry è pronto!

Ingredienti per 2 porzioni:
500 gr di patate di piccole dimensioni
2 bicchieri di piselli
1 cucchiaio di olio
1 pezzetto di zenzero fresco dalla dimensione di 2 cm
2 spicchi d’aglio
1 cipolla
1 cucchiaino di cumino
6 semi di cardamomo
1 cucchiaio di curcuma in polvere
2 peperoncini interi
3 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 scatoletta di latte di cocco
1 manciata di spinaci
sale qb

Per servire il curry di patate:
pezzetti di lime
foglie di coriandolo fresco

Procediemnto:
Pelate le patate e tagliatele a metà o in spicchi (nel caso in cui non aveste delle patate di piccole dimensioni). Su un settaccio scongelate i piselli con l’acqua bollente.
Sbucciate lo zenzero, l’aglio e la cipolla e metteteli nel recipiente di un frullatore aggiungendo 50 ml di acqua fredda e frullando il tutto per ottenere una crema omogenea. Prendere il cardamono e schiacciate delicatamente i gusci dei suoi semi, mettendoli da parte.
Scaldate l’olio in una pentola con il doppio fondo, quindi aggiungete la crema di zenzero, aglio e cipolla insieme ai semi di cumino e cardamono e scaldate il tutto circa 10 minuti per far sì che la crema diventi più densa e aromatica.
Una volta cotta la crema, versateci circa 250 ml di acqua bollente aggiungendo prima la curcuma, peperoncini interi e le patate, quindi la salsa di soia e lo zucchero. Mescolate il tutto su un fuoco medio e aggiungete man mano il latte di cocco. Coprite la pentola con un coperchio e cuocete il curry per circa 50 minuti.
Una volta passato il tempo necessario, aumentate il fuoco e cuocete altri 10 minuti, in modo tale che il sugo diventi ancora più denso. Dopo questo, mettete nella pentola i piselli e cuocete il tutto per 3 minuti, quindi aggiungete gli spinaci e cuocete per 1 minuto non alzando il fuoco. Quando è pronto, mescolate il curry accuratamente e servitelo con delle foglioline di coriandolo, quindi irroratelo con il succo del lime.

Currydipatate

Questa ricetta partecipa al 100% Vegetal Monday , organizzato da La Cucina della Capra. Il suo obiettivo è simile al famoso Meat free Monday, ove lo scopo è cominciare la settimana con dei prodotti vegetali e ridurre l’uso della carne e di prodotti animali in generale.

100-veg-monday