Tag: salutare

Chips di cavolo nero al limone

Kale chips 6

Questa ricetta dimostra come un junk food possa trasformarsi in un cibo sano, nutriente e soprattutto, buono. Le chips vegetali possono essere fatte in realtà di tutti i tipi di verdure: per realizzarle vanno bene sia le loro foglie sia le radici. Se avete mai assaggiato patatine di carote alla cannella, quelle di topinambur con un leggero retrogusto di noci, oppure quelle di barbabietola al balsamico, concorderete con me che dopo aver realizzato ricette di questo genere, le patatine fritte commerciali a confronto sembrano davvero poco attraenti! E se provate a preparare queste chips di foglie di cavolo nero, vi garantisco che l’effetto vi sorprenderà alla grande!

Siamo soltanto all’inizio della stagione del cavolo nero (famoso in Italia soprattutto per la preparazione della tipica “ribollita” toscana), la quale durerà tutto l’autunno e l’inverno. Per questo, prima che arrivi l’ora di cucinare zuppe, casseruole, stufati, vale la pena procurarsene almeno un mazzetto e provare a fare queste fantastiche chips. Come farle? Una volta separate le foglie dalle coste e una volta mondate a pezzetti più piccoli, conditele con olio d’oliva e peperoncino, e infornate per qualche minuto: diventeranno dei croccanti snack che rischiano di creare dipendenza… Facile, nevvero?

Ingredienti:
un mazzo di cavolo nero
¼ di cucchiaino di peperoncino
½ cucchiaino di sale
scorza grattuggiata di ½ limone
1 cucchiaio di olio evo

Procedimento:
Scaldate il forno a 150 °C. Lavate il cavolo nero con l’acqua fredda, quindi asciugatelo per bene (importatissimo – solo così avete la garanzia che le chips saranno ben croccanti), e privatelo delle coste. Tagliate il cavolo in pezzi grossolani, quindi conditelo con l’olio d’oliva, il peperoncino, il sale e la scorza di limone. Per far sì che tutti gli ingredienti si uniscano, massaggiate delicatamente il vostro cavolo con le mani, quindi disponetelo in un unico strato su una teglia foderata con carta da forno.
Lo step finale è quello di infornare le chips a 150 °C per 3 – 5 minuti fino a quando non saranno croccanti (attenti a non bruciarle). Ripetete l’operazione nel caso non siate riusciti a metterle tutte su una sola teglia.
Una volta cotte, fatele freddare, quindi servitele con salse vegetali, come per esempio hummus, guacamole o baba ghanoush

Kale chips 3

Kale chips 5

Ricotta vegan alla vaniglia

Veg-ricotta3

Avete mai assaggiato la ricotta vegana? Se la risposta è no, rimediate a questa mancanza al più presto, procurandovi una manciata di frutta secca a guscio di buona qualità, spremuta di limone, e un po’ di lievito alimentare – dopodiché avrete bisogno di soli 3 minuti del vostro lavoro… et voilà!
I formaggi vegani non sono destinati solo a chi si astiene ai prodotti animali – sono così buoni e semplici nel procedimento che dovrebbero trovarsi nel menu ordinario di chiunque, indipentendemente dal lifestyle e la dieta. L’unica cosa che bisogna fare è mettere a mollo la frutta secca a guscio per una notte intera, scolarla la mattina successiva e poi frullarla con le spezie che più vi piacciono. Le potete scegliere a volontà a seconda di quello che gusto volete ottenere. L’unica cosa di cui non potete scordarvi è la spremuta di limone e il lievito alimentare. Vista la mia passione per i dolci e considerando che siamo in una stagione che in questo momento ci offre le fragole, la mia scelta cade sull’agiunta di vaniglia e sciroppo d’agave, i quali rendono questa crema un accompagnamento perfetto per quel tipo di frutta.
Una volta pronta, la potete conservare in un barattolino di vetro per qualche giorno, ma sinceramente non credo che ci arrivi – io me la finisco sempre in una sola giornata.

Ingredienti:
½ bicchiere di mandorle, messe a mollo per una notte intera
3 – 4 cucchiai di spremuta di limone
3 – 4 cucchiai di yogurt vegetale
1 cucchiaino di lievito alimentare
½ cucchiaino di essenza di vaniglia
4 cucchiai di sciroppo d’agave

Procedimento:
Scolate le mandorle, quindi mettetele nel contenitore del vostro robot da cucina e frullatele insieme al succo di limone, yogurt, lievito alimentare, vaniglia e sciroppo d’agave fino a ottenere una crema omogenea.
Una volta pronta, servitela con la frutta di stagione: nel mio caso sono le fragole.

Veg-ricotta4

 

Cioccolata di datteri

Cioccolata di datteri

Quando ho fatto questa crema per la prima volta, stentavo a credere che una ricetta così semplice potesse nascondere dietro una prelibatezza di questo genere. Forse stenterete a crederci pure voi, ma una manciata di datteri e un po’ di cacao e di latte vegetale sono davvero sufficienti per preparare in tre minuti una buonissima crema al cioccolato. Non ci vuole nessuna abilità particolare né attrezzi sofisticati – i datteri messi a mollo per un paio di ore diventano così morbidi che pure un vecchio frullatore a immersione sarà in grado di trasformarli in una crema soffice. Una volta fatto, il cioccolato ha un gusto migliore se mangiato con il dito direttamente dal barattolino ma, se non lo finite subito tutto, potete provare a spalmarlo sulle crêpes vegane, fette biscottate oppure usarlo come ripieno per una torta. Lo potete utilizzare anche come la crema per delle crostatine o aggiungetene qualche cucchiaio nel latte caldo e bevetelo come una semplice cioccolata calda. Vi garantisco che viene sempre bene e si gusta più che deliziosamente.

Ingredienti:
100 gr di datteri
¼ di bicchiere di latte vegetale
3 cucchiai di cacao
un pizzico di sale

Procedimento:
Ricoprite i datteri con l’acqua calda per qualche ora oppure per una notte intera – più stanno a mollo, più facile sarà frullarli. Una volta passato il tempo necessario, scolateli bene stringendoli leggermente, quindi metteteli nel contenitore di un frullatore insieme al latte, al cacao e al sale. Frullate il tutto fino a ottenere una crema omogenea e soffice, dopodiché mettete il composto in un barattolino pulito e asciutto.

Datteri

Cioccolata di datteri 2

Cioccolata di datteri